Lollipopping per rese mostruose: una guida pratica

lollipop

Il lollipopping nella coltivazione della canapa è una tecnica di potatura finalizzata a ottenere cime più grandi e di migliore qualità. Questa pratica consiste nel rimuovere le foglie e i rami inferiori delle piante di cannabis al fine di concentrare l’energia solare, i nutrienti e la crescita sui principali siti di sviluppo delle cime. Inoltre, viene eliminata la crescita dei “Popcorn buds” in modo che la pianta possa focalizzarsi su cime più grandi e più robuste.

Il lollipopping è una pratica che sostanzialmente modifica la pianta per renderla il più produttiva possibile. Questo metodo mira a eliminare la crescita debole e concorrenziale, consentendo così alle cime più vicine alla fonte luminosa di svilupparsi in modo più intenso, producendo una resina di alta qualità per il consumo. Senza un’illuminazione laterale o lampade ad alta penetrazione, gran parte della luce che stimola la fotosintesi non raggiungerà le parti inferiori della pianta. Il lollipopping può anche essere utile nella coltivazione di varietà di cannabis indica densamente ramificate, che sono più suscettibili alla muffa, specialmente in climi umidi. Inoltre, praticare il lollipopping sulle piante coltivate all’aperto in ambienti umidi può fare una notevole differenza nel risultato finale.

Perché praticare il lollipopping?

È un argomento dibattuto nella comunità dei coltivatori, ma ci sono validi motivi per farlo! Due principali argomentazioni contro il lollipopping sono:

  1. Le grandi foglie inferiori forniscono una superficie maggiore per la fotosintesi.
  2. Le cime rimosse sono fumabili, rendendo il lollipopping della cannabis apparentemente inutile.

Quindi, perché dovresti considerare questa pratica? Se non intervieni con il lollipopping, la pianta crescerà ad albero di Natale, con una chioma così densa che poca o anche zero luce potrebbe arrivare in fondo una volta che raggiunge la fase di fioritura. Ciò può portare a cime “popcorn” ariose, che mancano di potenza, aroma e attrattiva.

Quando pratichi il lollipopping, è vero che perdi una parte del fogliame, ma questa perdita non è significativa. Le parti della pianta che desideri far crescere continuano a svilupparsi, emergendo più grandi e più potenti di prima.

Inoltre, un altro vantaggio è una migliore circolazione dell’aria. Ciò significa meno rischio di muffe, un flusso d’aria migliorato e un sistema di irrigazione più sicuro.

Quando pianificare il lollipopping?

Se chiedi su un forum di coltivatori, otterrai una serie di risposte diverse. Tuttavia, il consenso generale e l’approccio più raccomandato sembra essere di praticare il lollipopping durante la fase vegetativa. È consigliabile attendere che si avvicini la fase di fioritura, poiché le foglie sono cruciali per la fase vegetativa della pianta.

Effettuare il lollipopping durante la fase vegetativa consente alla pianta di recuperare dall’eventuale stress causato dalla potatura prima che inizi la fioritura. Si consiglia di attendere circa una settimana prima di cambiare il regime di illuminazione, in modo che la pianta possa entrare nella fase di fioritura in modo sano e felice.

E durante la fase di fioritura? È possibile effettuare alcune potature leggere, facendo attenzione, ma evita di eseguire un lollipopping intenso come si farebbe durante la fase vegetativa.

Guida passo passo al lollipopping

Ora che hai compreso l’importanza del lollipopping sulla canapa, è tempo di imparare come farlo passo dopo passo.

  1. Prepara l’attrezzatura: Scegli le cesoie come strumento principale, ma assicurati di avere anche delle forbici da rifinitura curve per tagli precisi. È importante che gli strumenti siano puliti, affilati e privi di contaminanti.
  2. Rimuovi i rami laterali inferiori: Inizia tagliando i rami più grandi e frondosi vicino alla base della pianta, dove c’è scarsa luce. Concentrati su queste aree poiché sono le principali fonti di problemi.
  3. Rimuovi i rami centrali: Non tutti i rami! Taglia quelli che si trovano sotto la chioma, riducendo l’altezza della pianta di circa un terzo.
  4. Lollipopping dei singoli rami: Prendi le forbici curve e taglia tutto sotto i quattro o cinque nodi più in alto sui rami rimasti.
  5. Lascia che la cannabis si riprenda: Ora la tua pianta di cannabis dovrebbe avere l’aspetto di un vero lecca-lecca: uno stelo sottile con una sommità densa. Non passare alla fase di fioritura per almeno alcuni giorni dopo aver fatto il lollipopping.

Lollipopping e altre tecniche di coltivazione

L’utilizzo del lollipopping si rivela particolarmente efficace con piante indica densamente ramificate e varietà di sativa dalle altezze elevate. Se il tuo obiettivo è massimizzare i rendimenti, puoi combinare questa tecnica con altre pratiche di allenamento per ottenere benefici maggiori.

Il lollipopping si sposa bene con il metodo di allenamento “Screen of Green” (SCROG), il quale mira a creare una chioma uniforme per garantire una distribuzione ottimale della luce e una crescita uniforme delle piante. Combinare il lollipopping con lo SCROG può amplificare i vantaggi di entrambe le tecniche.

Un’altra opzione è il metodo “Sea of Green” (SOG), in cui vengono coltivate molte piccole piante di cannabis per formare una densa chioma di foglie. Questo può limitare la penetrazione della luce in profondità, ma tale problema può essere mitigato praticando il lollipopping sulle piante.

Tuttavia, è importante notare che, sebbene il lollipopping possa essere vantaggioso anche per le varietà autofiorenti a crescita cespugliosa, è consigliabile essere cauti nell’abbinarlo ad altre tecniche. Le piante autofiorenti hanno cicli di vita più brevi, il che significa che hanno meno tempo per riprendersi dai danni causati dalle potature e dalle manipolazioni.

Conferma la tua età

Accesso consentito solo agli adulti. Questo sito è solo per maggiorenni in quanto tratta articoli correlati ai semi di Canapa. Vendiamo i semi al solo scopo collezionistico e non siamo responsabili di qualsiasi altro uso. Tutti i prodotti che trattiamo nel sito sono legali in Italia.

Sei maggiorenne?